Lunedì, 19 Marzo 2012 00:00

CHI

CHI È LO SPIRITO SANTO? - www.pietrascartata.com CHI È LO SPIRITO SANTO? - www.pietrascartata.com

È attraverso l’azione dello Spirito santo che Dio può trasformare il cuore di ognuno e volgerlo verso di lui.

Lo Spirito Santo è un dono di Dio

Lo Spirito Santo non è uno “spirito”, nemmeno di quelli cosiddetti benefici o benevoli. Non è una forza esoterica e, tantomeno, fantasma. Nella Bibbia, lo Spirito Santo viene designato con un termine ebraico: ruah – in greco pneuma -, che significa soffio che non si può afferrare, catturare, rinchiudere. Nel vangelo di Giovanni, Gesù soffia sui discepoli e dice loro: “Ricevete lo Spirito Santo”, (cap.20). Negli Atti degli Apostoli dice loro: “riceverete la forza dallo Spirito Santo”

Questo Spirito che Gesù dona per conto di suo Padre permette di comprendere meglio i misteri divini e di agire secondo la volontà di Dio.

San Paolo ne parla con molta convinzione e consiglia: “se vi lasciate guidare dallo Spirito”, enumerando tutti i benefici che si possono ottenere da tale frequentazione: “amore, gioia, pace, magnanimità, benevolenza, bontà, fedeltà, mitezza, dominio di sé…” (Gl. 5,22).

Viene donato loro lo Spirito, e quindi devono imparare a mettersi al suo servizio.

L’evento della Pentecoste

Il libro degli Atti degli Apostoli riporta quanto accade nel Cenacolo, a Gerusalemme, nel 30 o nel 33 della nostra era, il giorno della festa ebraica della pentecoste, 50 giorni dopo la risurrezione di Gesù: “ Mentre stava compiendosi il giorno della Pentecoste, si trovavano tutti insieme nello stesso luogo. Venne all’improvviso dal cielo un fragore, quasi un vento che si abbatte impetuoso, e riempì tutta la casa dove stavano. Apparvero loro lingue come di fuoco, che si dividevano, e si posarono su ciascuno di loro, e tutti furono colmati di Spirito Santo e cominciarono a parlare in altre lingue”.

Prima della Pentecoste, gli Apostoli vivevano temendo di essere perseguitati ed erano paralizzati dalla paura. Ricevendo lo Spirito di Dio, che si era manifestato loro come vento e fuoco, tornarono ad avere coraggio.

Ricevono l’audacia, la forza di proclamare in tutte le lingue quello che hanno visto e sentito da Gesù, l’inviato di Dio, che aveva operato miracoli, era stato crocifisso in mezzo a due ladroni ed era stato risuscitato da Dio. Nasce la Chiesa!

Lo Spirito sempre all’opera

Oggi, sostenuti dallo Spirito, tutti gli uomini sono chiamati a dimostrare che Gesù è vivo. Come i primi discepoli, i cristiani testimoniano l’amore di Dio: con la riconciliazione, l’ascolto della Parola, la condivisione del pane e del vino nell’eucaristia, l’amore fraterno ma anche la rivolta e la lotta contro l’ingiustizia, l’impegno verso i poveri e i piccoli… È da questi segni che si riconosce la presenza di Gesù, la potenza dell’amore di Dio, l’azione dello Spirito.

Quando costatiamo la carità, la gioia, la pace, la bontà che traspaiano dalla vita di qualcuno, possiamo riconoscervi la presenza di Dio e l’opera dello Spirito Santo. È indubbiamente accaduto questo nei cuori di Madre Teresa, dell’ Abbè Pierre, di Padre Pio.

Il ruolo dello Spirito santo

Lo Spirito continua ad animare il cuore di tutti coloro che cercano Dio. Lo Spirito conforta con una fede viva e vibrante, una speranza che non delude mai e un amore che non diminuisce… Lo Spirito libera dal dubbio e dall’esita­zione e convince che Dio agisce nella vita di ognuno e nella vita del mondo. È presente in tutti coloro che lo pregano, aumenta la sensibilità spirituale, rende più attenti a ciò che può compromettere il rapporto con Dio. Lo Spirito rende forti durante le prove, stimola l’intelligenza, aiuta a trovare soluzioni, dà forza d’animo. Ma è nella Chiesa, grazie ai sacramenti, in particolare il battesimo e la cresima, che lo Spirito agisce con maggior forza.

Come vivere secondo lo Spirito?

Innanzitutto, invocandolo: “Viene Spirito Santo nei nostri cuori”, è una delle preghiere più antiche della Chiesa (veni Creator), poi, vigilare per capire quando arriva. Lo Spirito santo si rivela nel modo in cui viviamo, in cui ci dedichiamo alle nostre attività quotidiane, in cui ci aiutiamo a vicenda… Vivere da cristiani non è facile: nella nostra debolezza, lo Spirito viene in nostro aiuto, prega al nostro posto, chiarisce le nostre scelte, le nostre decisioni.

Gli si deve dare una grande fiducia e lasciarlo riempire, giorno dopo giorno, la nostra vita.

Il battesimo e la cresima

Lo Spirito santo si riceve con il battesimo. Il rito dell’imposi­zione delle mani e dell’unzio­ne con il Santo Crisma sono l’espressione del ruolo dello Spirito Santo nella vita del cristiano e della Chiesa.

Il sacramento della cresima, che si può ricevere durante l’adolescenza o in età adulta, conferisce la pienezza dei doni dello Spirito per fortificare nella fede e far vivere pienamente la vita cristiana.

Lo Spirito è destinato anche ai non battezzati?

Lo Spirito è l’opera alle origini della Creazione, “Lo spirito di Dio aleggiava sulle acque”, dice il libro della Genesi (Gn.1,2). È quindi presente in ogni uomo. Questa presenza in noi dello Spirito Santo è ciò che ci costituisce nella nostra natura di uomini, nessun essere umano è escluso, ma ognuno risponde a modo suo.

Le strade di Dio sono diverse, come le situazioni delle nostre vite. Non ce ne sono due uguali, e l’amore di Dio si adatta a ognuna di esse.

La Trinità che mistero!

I cristiani credono in un solo Dio (sono monoteisti), ma sono gli unici a credere nella Trinità. Per loro, Dio è uno e trino e ognuna delle tre persone della Trinità ha un ruolo, una presenza specifica, ognuna ci dice qualcosa sul mistero di Dio.

Per entrare in questo mistero occorre innanzitutto comprendere quello che indica: che la profondità dell’amore di Dio è insondabile, che si rinnova infinitamente e che ci attrae alla sua sequela.

La trinità ci rivela tutte le sfaccettature di Dio: Dio Padre che si dona eternamente, Dio Figlio, completamente proteso verso l’amore del Padre e Dio Spirito Santo, che anima e vivifica questo scambio.

Preghirea per ricevere lo Spirito Santo

O Spirito, Spirito d’amore

Di luce e di forza,
Vieni e fai ardere il mio cuore,
Con il tuo fuoco d’amore.
Vieni e brucia in me tutto quel che non è di Dio.
Vieni a illuminare la mia vita.
Vieni ad aprire il mio cuore alla preghiera.
O Spirito, Spirito d’amore
Di luce e di forza
Vieni e fai ardere il mio cuore,
Con il tuo fuoco d’amore.
Vieni e brucia in me tutto quel che non è di Dio.
Vieni e illuminare la mia vita.
Vieni ad aprire il mio cuore alla preghiera.

Amen.

Letto 582 volte